sabato 25 luglio 2009

Ostacoli

Ci sono ragioni che corrono opposte alla ragione, eventi strani a volte apparentemente inspiegabili che alterano la prospettiva del circondario, il saper discernere tra realtà e illusione risulta a volte complesso e dove il cuore interviene... la testa nega il passaggio di un'istinto avvertito e non ignorato.

Dov'è che si ferma la ragione?
Dov'è che il cuore ragiona?


Tra ragione e cuore c'è fiducia e speranza, ma anche l'opposto, in tutto questo la mente si accende viaggiando per chilometri di pensieri, nel vano tentativo di conoscere ed apprendere quel che è celato ed avvolto in un'esperienza emotiva dal sapore agrodolce, nata da fortuita casualità.


Ed allora perchè spiegare?
Ed allora perchè capire?

Sarebbe meglio viversi il presente pensando al futuro, che ricercare negli eventi passati quel che apparentemente ci han straniti, chi riesce a divincolarsi dalla morsa del nervosismo trova libertà...chi invece abbraccia il malumore resta imprigionato in pensieri dal tormento senza fine.

Cos'è la forza?
Cos'è la paura?

Di fronte gli ostacoli la paura gioca il suo ruolo, conflitti interiori nascono e muoiono ad ogni interazione tra mente e cuore, ma la paura è la diabolica tentazione di abnegare una crescita di una forza inespressa, che si potenzia solo al superamento di situazioni destabilizzanti.

Dentro noi angeli e demoni combattono un'eterna lotta per il dominio dei sensi, percezione e personalità si modificano ad ogni battaglia e l'unico punto fermo è la propria indole, forgiata da mille esperienze adolescenziali.

In tutti noi c'è bene e male, ognuno sceglie se cavalcare o farsi cavalcare dal demone della ragione.

Io da fantino che guida i pensieri con le briglie del cuore.
Vedo certezze, sbagli ed ostacoli all'orizzonte.
Tirerò le somme solo a fine percorso.
Facendomi forse del male.
Non senza imparare.












9 commenti:

Mirka Andolfo ha detto...

le foto non si aprono, illustrissimo...!

P@olo ha detto...

MMMMMMMMMMMMMMMMMMSHIT!

Provvedo mia dolce fanZ :P

Mirka Andolfo ha detto...

ahhh illustrissimo, cosa faresti senza di me??? ù_ù

XaVoR ha detto...

Bel testo, complimenti. Ho provato a comprenderne che correlazione ci fosse con i disegni e oltre a qualche supposizione azzardata ho in fine pensato che i disegni facessero unicamente da cornice :) Ad ogni modo volevo ringraziarti per il commento fattomi sul blog, l'ho apprezzato davvero tanto. Appena potrò, sì certo che non mancherò di colorare un tuo disegno (prendo solo il tempo per farlo al meglio :)

Luca Di Simone ha detto...

Davvero un bel Venom.
Le matite sono eccezionali.

Christopher Possenti ha detto...

Finalmente ti ho ritrovato(ci tenevo a commantare)!!

Quello che mi colpisce di piu' del tuo stile e' la totale esplosione di forza bruta e l'impatto che investe il lettore fin dal primo istente...indescrivibile, TU disegni come IO voglio disegnare da sempre!

3Deimos ha detto...

Merda, hai uno stile pazzesco...ma non posti più nulla? Che fine hai fatto?

Ivan ha detto...

Ti ho visto ieri all'opera al comicon Salerno e sono rimasto come rimane Homer Simpson davanti alle ciambelle. Bravissimo

Mr. Sire ha detto...

Ciao Paolo, il mio nome è John. Mi considero un grande fan del suo lavoro, onestamente, mi sento benissimo. Tu sei un grande artista.
Ho un blog dedicato ai migliori artisti e aveva a lungo cercato per lui, dal momento che per caso, ho trovato diversi disegni e non sapere che erano tue.
Vuole accertarsi se sono le tue? E se posso aggiungere il mio blog? Si prega di visitare me c'è nella barra laterale potete vedere e rispondere.
http://eltercerarte.blogspot.com/
Saluti e arrivederci a presto.
P. S. Scusate il mio italiano, io uso un traduttore.